disign.it | Recupero file cancellati o hard disk crashati | a digital sign for a best design!
A digital sign for a best design
Segnalazioni 2.665 visualizzazioni

Recupero file cancellati o hard disk crashati

13/10/2011

Cancellare un file o una cartella per sbaglio è molto più facile di quanto si immagini.
La mattina ti alzi, riprendi a lavorare e ti accorgi che il giorno precedente, dopo aver sudato per risolvere un problema hai cancellato proprio quella cartella...
La prima precauzione da prendere è evitare di far qualsiasi operazione prima del tentativo di recupero onde evitare che i file cancellati vengano sovrascritti, poi sarebbe buona cosa lavorare sempre su un secondo hard disk dedicato esclusivamente ai dati (anche una seconda partizione può esser utile). I sistemi operativi e i software generalmente utilizzano l'hard disk per creare file temporanei d'appoggio o di swap e quindi anche solo accendere il pc comporta un alto rischio di sovrascrittura.
Ma se la cancellazione involontaria  è avvenuta? tra i tanti software ne segnalo uno in particolare, File Scavenger, che potete trovare qui.

File Scavenger è fondamentale per  il recupero di un disco rigido crashato o anche di dati accidentalmente cancellati.
L'interfaccia è semplice e il processo di recupero in due fasi lo rende un ottimo strumento  anche per gli utenti principianti.

File Scavenger supporta il recupero dei dati persi per cancellazione accidentale, settori danneggiati, o partizioni corrotte o riformattate.
Il software supporta i file system NTFS e FAT ed è compatibile con tutti i principali sistemi operativi Windows (ad esempio, 7, XP, Vista e 2003) ed è efficace anche nel caso di recupero dati da volumi RAID (in licenza estesa).

L'efficacia di recupero dipende dalla modalità di scansione selezionata: rapida o lunga.
Una scansione rapida individua pochi file cancellati, ed è utile solo se si è appena cancellato accidentalmente qualcosa.
La scansione lunga al contrario individua  tutti i file evidenziando le possibilità di recupero di ognuno.
Il processo di recupero è diviso in due semplici passaggi: ricerca e recupero.
Nella scheda di ricerca, si può selezionare il tipo di file da cercare (o tutti i file) e su quale unità.
Le scansioni in corso possono essere salvate e i file da recuperare possono essere visualizzati e filtrati per nome, data, tipo o dimensioni.
Una volta completata la scansione, si può sfogliare i file trovati e selezionare quelli che vogliamo ripristinare.
Per una maggiore comodità, File scavenger consente all'utente di passare da una lista a una vista ad albero dei file recuperati.
Sarà poi necessario scegliere una cartella di destinazione (su altro disco) per i file ripristinati prima di selezionare "recuperare".

File Scavenger può anche recuperare i file da una vasta gamma di supporti removibili comprese le schede di memoria, flash drive, dischi floppy e unità ZIP.

Il software offre anche la possibilità di creare l'imaging su disco. Ovvero una replica esatta di un disco da utilizzare eventualmente in seguito per ripristinare i file.
Un backup affidabile che può essere utilizzato per un recupero di dati.

File scavenger è un prodotto shareware, il costo di acquisto per la licenza completa parte attualmente da $49.95

← Disign dot it release 2.0 CSS specifici per mobile e Ipad →

Invia una domanda o un commento sull'articolo

I campi obbligatori sono segnalati *

*

*



 

© 2009 - 2017 Impronte digitali di Luca Frassineti. Tutti i diritti riservati.